Punto RicreAttivo

Punto RicreAttivo

Investire sul quartiere per combattere l’isolamento sociale

 A Precotto nasce  uno spazio accogliente, che offre alla cittadinanza uno sportello informatico, una portineria di quartiere e corsi di Media Education/informatica

Portineria di Quartiere Precotto

Portineria di quartiere

Per chi deve ricevere un pacco o lasciare a disposizione delle chiavi…

L’Associazione garantisce un servizio di portineria di quartiere aperto dal lunedì al venerdì. Un posto di fiducia dove ricevere i propri pacchi o lasciare oggetti per qualcun altro.

Sportello Informatico

Per chi ha bisogno di comunicare coi propri cari o di fare la spesa online

Durante l’orario di sportello, troverete sempre un giovane volontario che vi aiuterà a fare una videochiamata, o a fare la spesa o a gestire l’home banking attraverso un pc e una stampante a vostra disposizione.

Corsi di Media Education e corsi di informatica

Per chi desidera imparare l’uso corretto della tecnologia e diventare autonomo

Personale qualificato affiancato da giovani volontari terrà corsi base per fornire competenze di base sull’utilizzo di PC, tablet e smartphone e delle APP più utilizzate.

Un progetto pilota che nasce dal desiderio di giovani volontari di contribuire a risollevare il quartiere dalle fatiche della pandemia

CON IL CONTRIBUTO DI

Fondazione di Comunità Milano

Candidati volontario per il punto RicreAttivo

Privacy

5 + 8 =

Una Befana col Naso Rosso ha portato sorrisi ai bambini di Fata Onlus

Una Befana col Naso Rosso ha portato sorrisi ai bambini di Fata Onlus

Una Befana col Naso Rosso ha portato sorrisi ai bambini di Fata Onlus

  Una Befana col Naso Rosso ha portato sorrisi ai bambini di Fata Onlus

Mercoledì 6 gennaio 2021 una Befana più stramba del solito è volata sull’ Associazione FATA – Famiglie Temporanea Accoglienza: aveva il Naso Rosso e non portava dolci, ma giocattoli.

Era un’amica dei Volontari col naso Rosso: quelli che portano sorrisi negli ospedali e nelle case di riposo. Pochi, però, sanno che uno dei loro scopi è anche costruire ponti tra realtà lontane. Perchè un ponte, a guardarlo bene, è solo un sorriso rovesciato.

Così abbiamo deciso che la prima attività della nostra Associazione nel 2021 sarebbe stata carica di magia. La Befana sarebbe volata da una Fata. Fata Onlus ospita nei suoi centri di accoglienza bambini e adolescenti che il Tribunale dei Minori allontana dalla famiglia di origine per maltrattamento, violenza e gravi forme di disagio e minori inviati dai Servizi Sociali perché a rischio marginalità e devianza. Cerca di dar loro un clima familiare sereno, di soddisfare le necessità materiali e i bisogni psicologico-affettivi.

I Volontari col Naso Rosso hanno pensato che tra questi bisogni ci fossero giocattoli, sorrisi e fantasia. Così ha scritto a un’amica che di giocattoli se ne intende e che da tempo sostiene i loro progetti pazzerelli: Mattel. Subito questa ha mandato i giocattoli necessari, la Befana ha fatto uno strappo alla regola e se li è caricati al posto dei dolci.

Risultato: 10 bambini e 9 adolescenti hanno ricevuto doni adatti alle diverse età e una pioggia di sorrisi è caduta sulle case di Fata Onlus. Perchè i sorrisi sono più magici se la Befana ha dietro una squadra.

 

Dona sorrisi Smart in questo momento di distanziamento sociale!

Un sorriso fa sentire più vicini e dimenticare la solitudine.

Puoi fare un bonifico bancario intestato a Associazione Veronica Sacchi

IBAN: IT 61 S 05216 01621 00000 00032 49

 

Mongol Rally di Sorrisi

Mongol Rally di Sorrisi

Mongol Rally di Sorrisi

Becco to the future al Mongol Rally per sostenere i Volontari col Naso Rosso
Sostieni il Progetto

Il Rally non competitivo e solidale più celebre del mondo, quest’anno vedrà la partecipazione anche di un team dedicato ai Volontari col Naso Rosso trasformandosi in un Mongol Rally di sorrisi.

Tre baldi giovani clown partiranno con l’intenzione di sostenere il progetto Smart Clown, per portare sorrisi in maniera digitale a bambini ospedalizzati e anziani soli anche in questo momento storico particolare.

Inoltre, i nostri clown in partenza, come fosse una missione del sorriso , organizzeranno delle sortite clown in strutture site lungo il percorso del viaggio.

Paesi

Km

Volontari

FIAT 128

Cos'è il Mongol Rally

Il Mongol Rally è una corsa non competitiva benefica nata nel 2004 nel Regno Unito. Si corre ogni estate, partendo da un punto qualsiasi in Europa e ha come traguardo Ulan Bator, in Mongolia.

Le regole del Rally sono semplici:

1) viaggiare in moto/auto catorcio (max 1.200 cc)

2) ogni singolo o squadra non riceve assistenza , e non segue un itinerario fisso

3) ogni squadra deve raccogliere almeno 1.000 sterline (1.135 €) da destinare in beneficenza .

Cosa è il Mongol rally

Il Team:   Becco to the future

3 amici con una passione per i viaggi e per le avventure. Tre amici lariani, nati e cresciuti fra lago e  montagne, dove il becco cresce, nome gergale per il caprone. Loro teste dure, come quelle del becco, transitate negli anni ’80, quelli di Ritorno al futuro appunto, dalla stessa casa, la casa del becco, hanno deciso di imbarcarsi in questa follia, perentori come un caprone, ma anche sognatori come Doc e Marty McFly.  Un clown Lele e 2 assistenti un po’ pazzi Vale e Ste, attraverseranno 1 5 paesi e tutte le volte che potranno regaleranno sorrisi.

Logo Becco to the future
LELE

Amante delle ruote di tutti i generi (tranne quella della fortuna). Con AVS ha sperimentato la forza del naso rosso qua e la per il mondo.

STE

Chitarrista di livello supersayan, è appassionato di meccanica: può smontare un Ciao in 10 minuti (a rimontarlo poi ci penserà qualcun altro).

VALE

Uomo dall’inestimabile statura morale e dal bicipite d’acciaio inox 18/10.  Arrampicatore della domenica e suonatore di bonghi del sabato.

Come inizia la storia del Mongol Rally di Sorrisi

Ecco cosa ci dice Lele, volontario e capitano di ventura in questo viaggio:

Clown e Rally…2 cose che non si sposano per nulla penserete!?!? Ma…avete mai sentito parlare del Mongol Rally? Il rally non competitivo a scopo benefico più fuori di testa del pianeta? Una quindicina di paesi da attraversare con una macchina che abbia quasi l’età di Snaporaz (papà dei Volontari col Naso Rosso). Chi partecipa è tenuto a raccogliere fondi per supportare delle associazioni no profit. E’ così che per la testa mi è sfrigolata l’idea trasformare questo viaggio in una Missione del Sorriso, portando lo stile dei Volontari col Naso Rosso dall’Europa all’Asia. In men che non si dica l’avventura è già partita: il team Becco to the future “, sta già lavorando alla cariola che diverrà il nostro bolide: una FIAT 128 del 1973 che abbiamo chiamato ZUEL in onore di un grande Garlatese. Abbiamo già trovato tante persone disposte ad aiutarci e a sostenere il progetto: questo è per noi una cosa bellissima, ma la strada è ancora lunga e tantissime le cose da fare e organizzare prima di partire a Luglio 2021…. Viaggeremo attraverso il caos delle città, l’antica saggezza dei villaggi, il silenzio dei deserti, il frescolino dei 6000 metri d’altitudine e a volte anche sull’asfalto…Verremo a contatto con innumerevoli culture, perchè un’avventura come questa non si vive in solitaria, ma in continuo contatto con le persone. Sarà proprio negli incontri che utilizzeremo la magica chiave del naso rosso per regalare e ricevere ettogrammi…anzi Kili di sorrisi. “Strade, dove stiamo andando non c’è bisogno…di strade!” I becchi dal pelo lungo e le corna belle sono pronti al decollo! To be continued…”

Perchè questo progetto in AVS?

Lele volontario di lungo corso immagina il viaggio come una lunga Missione Del sorriso dove i partecipanti entreranno in contatto con contesti difficili, così come solo un Clown volontario sa fare.

Il team, con AVS, si sta muovendo per poter fare in questi paesi quello che già fanno in Italia, cioè regalare sorrisi in contesti di dolore. Questo viaggio, inoltre, si svolgerà nell’anno in cui AVS compie 20 anni , due viaggi che si somigliano.

Così il team si propone di raccogliere fondi per sostenere le attività dei Volontari col Naso Rosso . In particolare le donazioni raccolte ci permetteranno di sostenere il progetto Smart Clown , che ha l’obiettivo di portare sorrisi in maniera digitale a bambini ospedalizzati e anziani soli anche in questo momento storico particolare.

Inoltre, i nostri clown in partenza organizzeranno delle sortite clown lungo il percorso del viaggio. Stiamo, infatti, cercando contatti con realtà socio sanitarie lungo i 15 paesi che attraverseranno.

Missioni del Sorriso

Sei curioso? Vorresti maggiori informazioni? Contattaci!

Privacy

3 + 11 =

Travel Gallery

Il Team del Mongol Rally di Sorrisi

Campagna Fotografie  Solidali di Maurizio Galimberti

Campagna Fotografie Solidali di Maurizio Galimberti

Tre settimane dopo il lancio della campagna di raccolta fondi voluta da Maurizio Galimberti per sostenere il progetto Smart Clown restano solo 4 foto da assegnare. Un successo.

Grazie all’artista sono già stati raccolti 9.400 € con 14 fotografie assegnate e i clown dottori hanno iniziato le prime attività digitali con i piccoli ricoverati all’Ospedale Gaetano Pini di Milano.

Per approfondire il progetto, vedere le opere e richiedere una delle rimanenti, visitate la pagina https://www.veronicasacchi.it/come-sostenerci/fotografie-di-maurizio-galimberti

 

Smart Clown: Aggiornamento progetto Zumbimbi

Smart Clown: Aggiornamento progetto Zumbimbi

Domenica 12 aprile il primo Volontario col Naso Rosso ha incontrato online un ragazzo ospitato nel villaggio Zumbimbi, una realtà voluta dalla cooperativa La Cordata con il Comune di Milano, la Cooperativa Comin, a Emergency e alla Diaconia Valdese.

La struttura di via Zumbini 6 a Milano ospita minori tra i 6 e i 14 anni, i cui genitori sono in ospedale perché positivi al Coronavirus e che non hanno altri adulti di riferimento che possano prendersi cura di loro. In ottemperanza al protocollo sanitario, è garantita la quarantena in isolamento.

I Volontari col Naso Rosso hanno voluto intervenire a spalla di questa realtà per rendere l’accoglienza di questi bambini il più possibile serena, poiché l’isolamento prevede che alloggino in camere singole e mantengano le distanze di sicurezza tra di loro e con gli operatori, rendendo questa fase della loro vita ancor più delicata.

Le nostre modalità di intervento han dovuto necessariamente essere riviste sia per la diversa modalità di interazione (una videochiamata è molto diversa dall’essere insieme in una stanza) sia per adattarsi agli interessi del ragazzo che si trova a Zumbimbi: un 14enne con la passione per i manga. Avevamo il volontario giusto: un Clown Dottore con la stessa passione. Questa la sua testimonianza.

 

Allora quando mi hanno detto che il ragazzo era fanatico dei manga , anime e tutto ciò che riguarda quel mondo, ho detto perché no!? Voglio provarci. Anche se a dire la verità avevo paura. Paura perché non sapevo com’ era il ragazzo , l’unica cosa che sapevo di lui era che aveva 14 anni ed era fanatico dei manga, uno in particolare “le bizzarre avventure di Jojo”. Si sapevo qual’ era, ma non seguivo il manga, quindi ho detto e ora ? Di cosa posso parlare con lui ? Son andato in panico !!! Al momento del collegamento la sua prima frase è stata: “ciao e ora cosa si fa ?!?” 😱😱😱 e li ho pensato io non so niente del suo manga, conosco il personaggio perché è avatar di un gioco della PlayStation, ecco come si può iniziare. Dopo le giuste presentazioni abbiamo iniziato a parlare del personaggio principale, dei suoi poteri, la sua personalità, il modo di fare e comportarsi nel manga, ho imparato anch’ io diverse cose di quel manga e addirittura ho iniziato a seguirlo pure io 😉. Tornando all’ incontro abbiamo continuato a parlare di diversi anime tipo dragon ball z il mio favorito , sakura , yu yu hakusho , e tanti altri . Gli ho raccontato anche delle mie uscite da #volontariocolnasorosso e che uso la voce di di goku e uso anche l’onda energetica per fare divertire i bambini in ospedale! Abbiamo continuato a parlare di fumetti, giochi della play e altro. E pian piano si sentiva quel momento magico, bellissimo tra me e lui, non sembrava una conversazione tra due sconosciuti che si vedono tramite una webcam, ma sembrava la chiacchierata di due amici dal vivo, perché c’era botta e risposta subito, non c’ è mai stato un momento di silenzio o un momento in cui finivano le parole, era un parlare continuo, tante domande, tante risposte, tanti ricordi . Abbiamo addirittura disegnato, è stato un momento a dir poco magico, mi sono sentito come alla mia prima uscita in ospedale, beh in effetti se ci penso è come se fosse la prima uscita virtuale.E’ stata una cosa stupenda, era da tanto che non parlavo con qualcuno che condividesse la mia stessa passione per anime manga videogiochi, ho trovato un amico virtual,e tanto è vero che ci siamo scambiati i numeri e potevamo andare avanti a parlare per ore, mi sembrava di parlare con il mio io da ragazzino . Ci siamo sentiti dopo la videochiamata tramite whatsapp per darci dati sempre del manga. Questa videochiamata spero abbia aiutato il ragazzo, ma una cosa è certa a me personalmente ha aiutato tantissimo, mi sono sentito bene sembrava di parlare con l’ amico di una vita, no anzi come ho detto prima sembrava che parlassi con me stesso, i gusti, le passioni per argomenti che da altri vengono visti come futili o cose da bambini, per me e per lui fanno parte delle nostre vite! Volevo solo ringraziare tantissimo il mio nuovo amico virtuale e lui sa che quando avesse bisogno di fare una genkidama come fa goku io sarò il primo ad alzare le mani e dargli tutta la mia energia. Grazie davvero M. sei súper súper!!”
Roberto, Volontario col Naso Rosso

Dona sorrisi Smart in questo momento di distanziamento sociale!

Un sorriso fa sentire più vicini e dimenticare la solitudine.

Puoi fare un bonifico bancario intestato a Associazione Veronica Sacchi

IBAN: IT 61 S 05216 01621 00000 00032 49

 

Raccogliamo fondi per affrontare l’emergenza Coronavirus

Raccogliamo fondi per affrontare l’emergenza Coronavirus

Raccogliamo fondi per affrontare l’emergenza Coronavirus 

L’emergenza Covid-19 sta mettendo a dura prova le risorse sanitarie disponibili. Tra gli ospedali in cui i nostri volontari col naso rosso si recavano a distribuire sorrisi per portare attimi di sollievo dalla sofferenza, ASST San Paolo e San Carlo a Milano e ASST di Lecco Ospedale Manzoni sono in prima fila contro il Coronavirus.

In queste settimane, per tutelare i più fragili che tanto ci sono cari, abbiamo sospeso le nostre attività tipiche, ma vogliamo continuare a sostenere i NOSTRI ospedali!

Per questo abbiamo lavorato con le direzioni di entrambe le ASST e trovato soluzioni differenti a seconda delle loro scelte operative. Condividiamo la raccolta fondi ufficiale dell’Ospedale San Paolo e apriamo una raccolta fondi online per l’Ospedale Manzoni.

Aiuta i volontari col naso rosso a raccogliere fondi per affrontare l’emergenza Coronavirus!

Sosteniamo i nostri ospedali col sorriso

Raccogliamo fondi per affrontare l’emergenza a Milano – Ospedale San Paolo

E’ possibile donare direttamente sull’IBAN dell’Ospedale

IBAN: IT 92 F 0311 1016 3400 0000 0000 03

Intestato a: ASST Santi Paolo e Carlo

Causale: Emergenza Coronavirus ospedali Santi Paolo e Carlo

Raccogliamo fondi per affrontare l’emergenza a Lecco – Ospedale Manzoni

Sulla piattaforma Gofundme abbiamo aperto una raccolta fondi online. Cosa aspetti?

1 – Indossa il tuo miglior sorriso

2- prendi la carta di credito

3 – sconfiggeremo il virus Covid-19!

280 € Donati

Vuoi ricevere maggiori informazioni su questa o altre iniziative?

Scrivici!

Trattamento dei dati

Privacy Policy