Domenica 12 aprile il primo Volontario col Naso Rosso ha incontrato online un ragazzo ospitato nel villaggio Zumbimbi, una realtà voluta dalla cooperativa La Cordata con il Comune di Milano, la Cooperativa Comin, a Emergency e alla Diaconia Valdese.

La struttura di via Zumbini 6 a Milano ospita minori tra i 6 e i 14 anni, i cui genitori sono in ospedale perché positivi al Coronavirus e che non hanno altri adulti di riferimento che possano prendersi cura di loro. In ottemperanza al protocollo sanitario, è garantita la quarantena in isolamento.

I Volontari col Naso Rosso hanno voluto intervenire a spalla di questa realtà per rendere l’accoglienza di questi bambini il più possibile serena, poiché l’isolamento prevede che alloggino in camere singole e mantengano le distanze di sicurezza tra di loro e con gli operatori, rendendo questa fase della loro vita ancor più delicata.

Le nostre modalità di intervento han dovuto necessariamente essere riviste sia per la diversa modalità di interazione (una videochiamata è molto diversa dall’essere insieme in una stanza) sia per adattarsi agli interessi del ragazzo che si trova a Zumbimbi: un 14enne con la passione per i manga. Avevamo il volontario giusto: un Clown Dottore con la stessa passione. Questa la sua testimonianza.

 

Allora quando mi hanno detto che il ragazzo era fanatico dei manga , anime e tutto ciò che riguarda quel mondo, ho detto perché no!? Voglio provarci. Anche se a dire la verità avevo paura. Paura perché non sapevo com’ era il ragazzo , l’unica cosa che sapevo di lui era che aveva 14 anni ed era fanatico dei manga, uno in particolare “le bizzarre avventure di Jojo”. Si sapevo qual’ era, ma non seguivo il manga, quindi ho detto e ora ? Di cosa posso parlare con lui ? Son andato in panico !!! Al momento del collegamento la sua prima frase è stata: “ciao e ora cosa si fa ?!?” 😱😱😱 e li ho pensato io non so niente del suo manga, conosco il personaggio perché è avatar di un gioco della PlayStation, ecco come si può iniziare. Dopo le giuste presentazioni abbiamo iniziato a parlare del personaggio principale, dei suoi poteri, la sua personalità, il modo di fare e comportarsi nel manga, ho imparato anch’ io diverse cose di quel manga e addirittura ho iniziato a seguirlo pure io 😉. Tornando all’ incontro abbiamo continuato a parlare di diversi anime tipo dragon ball z il mio favorito , sakura , yu yu hakusho , e tanti altri . Gli ho raccontato anche delle mie uscite da #volontariocolnasorosso e che uso la voce di di goku e uso anche l’onda energetica per fare divertire i bambini in ospedale! Abbiamo continuato a parlare di fumetti, giochi della play e altro. E pian piano si sentiva quel momento magico, bellissimo tra me e lui, non sembrava una conversazione tra due sconosciuti che si vedono tramite una webcam, ma sembrava la chiacchierata di due amici dal vivo, perché c’era botta e risposta subito, non c’ è mai stato un momento di silenzio o un momento in cui finivano le parole, era un parlare continuo, tante domande, tante risposte, tanti ricordi . Abbiamo addirittura disegnato, è stato un momento a dir poco magico, mi sono sentito come alla mia prima uscita in ospedale, beh in effetti se ci penso è come se fosse la prima uscita virtuale.E’ stata una cosa stupenda, era da tanto che non parlavo con qualcuno che condividesse la mia stessa passione per anime manga videogiochi, ho trovato un amico virtual,e tanto è vero che ci siamo scambiati i numeri e potevamo andare avanti a parlare per ore, mi sembrava di parlare con il mio io da ragazzino . Ci siamo sentiti dopo la videochiamata tramite whatsapp per darci dati sempre del manga. Questa videochiamata spero abbia aiutato il ragazzo, ma una cosa è certa a me personalmente ha aiutato tantissimo, mi sono sentito bene sembrava di parlare con l’ amico di una vita, no anzi come ho detto prima sembrava che parlassi con me stesso, i gusti, le passioni per argomenti che da altri vengono visti come futili o cose da bambini, per me e per lui fanno parte delle nostre vite! Volevo solo ringraziare tantissimo il mio nuovo amico virtuale e lui sa che quando avesse bisogno di fare una genkidama come fa goku io sarò il primo ad alzare le mani e dargli tutta la mia energia. Grazie davvero M. sei súper súper!!”
Roberto, Volontario col Naso Rosso

Dona sorrisi Smart in questo momento di distanziamento sociale!

Un sorriso fa sentire più vicini e dimenticare la solitudine.

Puoi fare un bonifico bancario intestato a Associazione Veronica Sacchi

IBAN: IT 61 S 05216 01621 00000 00032 49

 

Privacy Policy